AREA DONNA


Le donne consapevoli di se stesse sono quelle che  riconoscono i propri bisogni, cercano di affermarli e riconoscono anche la loro voglia di stare in relazione con se stesse e con gli altri e di dare amore. Aver chiaro ciò che si vuole, ciò che si è rende le donne più determinate, più sicure di sé e più tranquille. Le donne che non sanno cosa vogliono corrono il rischio di accontentarsi di quello che gli viene dato, tradendo il loro potere personale. Alcune donne hanno assimilato una figura femminile spesso debole e impotente come modalità per attutire tensioni, per evitare conflitti, per conformarsi a chi le volesse così. Essere donne oggi significa  non solo raggiungere un’identità molto più complessa di quella di ieri, ma essere capaci di instaurare relazioni paritarie e positive.  Sostengo e supporto tutte quelle donne che desiderano avere una nuova opportunità e non vogliono arrendersi all'infelicità. Mi occupo di mamme in difficoltà nell'affrontare la maternità ed il post parto, dell'intero ciclo di vita della donna e nel passaggio verso la menopausa.


   
 

   GENITORIALITA'

La maggior parte degli esseri umani desidera avere dei bambini e la maggior parte desidera  che i loro figli siano sani, felici e sicuri di sé. 
Fare il genitore con successo significa lavorare molto duramente. 
La caratteristica più importante per un genitore consiste nell ’essere una base sicura per i propri figli.  
Personalmente ogni volta che incontro i genitori faccio una premessa, dico che non ci sono strategie o ricette per diventare “buon genitore”, ma tutto passa necessariamente dalla voglia di mettersi in gioco e di ridiscutere se stessi, prima di tutto come Persone. 
Nel mio studio offro consulenze sia individuali che alla coppia genitoriale. 
Conduco workshop e percorsi formativi  rivolti a gruppi di genitori, sui temi di maggior interesse inerenti la  genitorialità.
Visita la sezione in "percorsi benessere"
 
 

     
   
INTERCULTURA


I processi migratori sono eventi fortemente caratterizzati da "un ideale di vita", che porta le Persone a spostarsi là dove ritengono di poterlo realizzare!
Quali sono le ragioni per cui hai deciso di partire,  di lasciare la terra d'origine, gli affetti, le sicurezze per questo luogo, estraneo, sconosciuto, forse a volte ostile?
Quale significato attribuisci e quali aspettative hai verso questo viaggio?
Nella relazione di aiuto con le Persone migranti volgere lo sguardo al futuro, mentre l'Altro volge il suo sguardo al passato fa si che l'incontro si trasformi in un non incontro.
Il supporto psicologico permette di trovare un luogo in cui elaborare le esperienze legate ai vissuti di abbandono, frustrazione, fallimento, che possono ostacolare la capacità di mettere in gioco nuovi adattamenti, riscoprire abilità e risorse e confrontarsi con il limite e con aspettative disattese.


     
    CURE PALLIATIVE
   ELABORAZIONE LUTTO

A volte non è necessario morire fisicamente per sentirci in lutto, ciò accade ogni volta che lasciamo andare qualcosa che sentivamo di possedere e che invece ci rendiamo conto non appartenerci più, sia esso un progetto, un obiettivo di vita, una persona cara. 
In alcuni casi è la malattia a ricordarci che siamo Umani e veniamo posti di fronte a nuove considerazioni e a ridefinire priorità per poter continuare a sperare, allora può essere necessario fermarsi, per rimettere in gioco se stessi, nella nuova dimensione di  malattia e della sua accettazione. 
Lo spazio del sostegno psicologico può diventare il luogo, in cui poter chiamare le cose con il loro nome, dove è possibile nominare la rabbia, la paura, l'impotenza, dove il dolore trova accoglienza e comprensione e dove ci si può sentire liberi di vivere le diverse emozioni che accompagnano un momento così delicato.
 
per informazioni, per prenotare un colloquio:
Telefona: 3355627109 Invia un messaggio: Invia una mail:

Back

Cookie Policy di www.claraghizzoni.it Informazioni